Tre sconfitte e una vittoria, è questo il bilancio delle italiane nel nono turno di Champions League, la competizione FIBA che prova da quest’anno a contrastare lo strapotere dell’Eurolega. Il k.o. più doloroso è probabilmente quello di Varese che, dopo la bella vittoria in campionato contro Reggio Emilia, cade in casa contro i lituani del Neptunas (67-86) e resta all’ultimo posto del Gruppo C con sole due vittorie all’attivo.

Arriva una sconfitta anche per Avellino (63-57 a Strasburgo, secondo k.o. di fila per gli irpini) e Venezia (pesante -40 in Turchia col Pinar Karsiyaka): entrambe, però, restano ampiamente tra le prime quattro dei rispettivi gruppi, con un buon margine sulle quinte con ancora cinque partite da disputare.

E al quinto posto risale Sassari (si qualificano ai playoff le prime quattro di ogni gruppo più le migliori quattro quinte), grazie alla vittoria sugli ungheresi dello Szolnoki Olaj (97-88): per i sardi ora alle porte un fondamentale scontro diretto in Belgio, a Charleroi contro lo Spirou.