Il Gran Premio di Sochi in Russia ha visto, come da pronostico, l’ennesimo successo di Nico Rosberg su Mercedes, seguito dal compagno di squadra Lewis Hamilton. terza la Ferrari con Kimi Raikkonen, partito quarto al via.

Finisce invece alla seconda curva la gara dell’altro ferrarista, Sebastian Vettel, che è stato tamponato dalla Red Bull del pilota e idolo di casa Daniil Kvyat. La rabbia del tedesco non si è fatta attendere: “Non era necessaria quella manovra – ha dichiarato in seguito all’incidente. La gara dura 53 giri, ma non tutti se lo ricordano. Ero già al quinto posto, non stava andando male, ma non aiuta se quelli dietro non frenano”.

Un ritiro che non ci voleva per Vettel, che in classifica piloti è quinto, scavalcato da Daniel Ricciardo e dal compagno di squadra Raikkonen, terzo, alle spalle del duo Mercedes.