Gli ultimi sessanta punti della sua carriera, quelli segnati ieri da Kobe Bryant con la divisa dei Los Angeles Lakers, che hanno battuto 101-96 gli Utah Jazz in una serata che entererà nella storia dell’ NBA.

Uno Staples Center sovraffollato e con un pubblico in festa per l’addio di Black Mamba al basket, che ha pagato 800 dollari per assicurarsi un posto a sedere in una delle notti più grandi della storia di questo Sport. Ad aprire la serata, la cui posta in palio era l’accesso ai playoff, il bassista Flea dei Red Hot Chili Peppers, cantando l’inno nazionale. Sul parquet si sono poi susseguiti i messaggi  delle grandi stelle del basket americano, tra cui Carmelo Anthony, Shaquille O’Neal e LeBron James.

Le lacrime sul volto degli spettatori aumentano, quando Magic Johnson è entrato in campo, chiedendo di “farsi sentire con l’ovazione più lunga di sempre”.

Una serata memorabile, che il mondo dei social ha deciso di celebrare con gli hashtag #MambaDay e #ThankYouKobe.