Come spesso accade nel calcio in Italia, la montagna ha partorito un topolino. Dopo il polverone sollevatosi dopo le parole di Senad Lulic nei confronti di Rudiger nel post-derby, è arrivata la sentenza nei confronti del bosniaco.

Lulic aveva commentato così l’esultanza e gli atteggiamenti del difensore di colore della Roma: “Due anni fa vendeva i calzini ai semafori, ora fa il fenomeno”. La procura della Federcalcio aveva già escluso l’aggravante razzista, escludendo di fatto una maxi-sanzione che poteva arrivare anche a 10 giornate di squalifica.

Certo è che però la sentenza arrivata oggi è praticamente opposta: 20 giornate di stop, peraltro la maggior parte nel periodo natalizio, e un solo turno di campionato saltato, quello contro il Crotone al rientro dopo la sosta.