Aguero lascia il calcio: “Felice per la decisione che ho preso”

Buone notizie per Eriksen: domani verrà dimesso, per lui un defibrillatore cardiaco con cui non può giocare in Italia. Ultimi aggiornamenti sulle condizioni di salute di Eriksen, il centrocampista danese ricoverato in ospedale dopo il malore all’esordio agli Europei. Il ragazzo verrà dimesso domani ma seguiranno degli esami tra qualche settimana. I medici sono intenzionati a impiantargli un defibrillatore cardiaco, che terrà sotto controllo il ritmo del suo cuore. Il problema si porrà poi al suo rientro in Italia, dove non è permesso giocare con tale dispositivo permanente. Non si sa ancora se il dispositivo sarà temporaneo o no, saranno gli esami del prossimo futuro a stabilirlo. Probabilmente c’è una miocardite alla base del problema avuto dal giocatore. Eriksen non è il primo giocatore ad avere un impianto simile, l’olandese Blind è il più famoso. Questa la nota diffusa dalla federazione danese: “Dopo diversi esami al cuore, è stato deciso che a Eriksen sarà messo un ICD (ovvero un defibrillatore sottocute). Lui ha accettato questa decisione”

Aguero: l’attaccante argentino annuncia ufficialmente il suo addio al calcio in conferenza stampa al Camp Nou.

Commozione, lacrime e anche molta tristezza accompagnano l’annuncio tanto atteso sul futuro di Sergio Aguero, attaccante del Barcellona e della nazionale argentina.

Il kun si era dovuto fermare lo scorso 30 ottobre quando, durante una partita, ha accusato un forte dolore al petto. Si è scoperto poi, in seguito agli esami, che il giocatore soffre di un’aritmia cardiaca che non gli permette più di giocare a calcio.

D’accordo con il suo team medico il giocatore ha quindi deciso di appendere le scarpette al chiodo e il Barcellona gli ha organizzato una conferenza stampa sul campo, lo stesso che lo aveva accolto 6 mesi fa.

Solo 5 partite per lui in blaugrana a causa di un infortunio ad agosto e un solo gol contro il Real Madrid. Alla conferenza erano presenti i suoi compagni di squadra e tutta la dirigenza del club ma non solo.

La sua famiglia, Pep Guardiola e Txiki Beguiristain in rappresentanza del City, Antonio Lopez dell’Atletico Madrid, le altre due squadre per cui il kun ha giocato in Europa e il Console argentino.

“Sono qui per dire che smetto di giocare a calcio. È un momento durissimo però sono molto felice della decisione che ho preso, prima viene la salute. Sono stato in ottime mani – dice Aguero cercando di respirare, di calmarsi e di parlare –. I medici mi hanno detto che la cosa migliore per me era smettere di giocare. Ho fatto tutto il possibile per vedere se c’era qualche speranza ma ho capito che non ce n’erano tante. Sono molto orgoglioso della mia carriera, e sono felice. Sempre sognato giocare a calcio dai 5 anni quando ho toccato la mia prima palla.”

“Me ne vado a testa alta e molto felice, non so cosa farò ora, per me inizia una nuova vita. Ma attorno ho tanta gente che mi vuole bene e questa è la cosa più importante.”