F1: presentato il calendario ufficiale 2022

f1-ferrari

F1, ecco il calendario completo per il Mondiale 2022. Due i GP italiani: Imola a aprile Monza a settembre.

A poche gare dalla fine del Mondiale 2021, viene ufficializzato il calendario del F1 per il prossimo anno. Si parte in Bahrain a marzo e si chiuderà ad Abu Dhabi a novembre, per il totale record di 23 gare (mai raggiunto prima). Dal calendario scompaiono i GP di Turchia, Portogallo e Quatar (per quest’ultimo è un’eccezione a causa dei Mondiali di calcio previsti per il prossimo anno.

Due le tappe italiane del Circus: a Imola il 24 aprile e a Monza l’11 settembre. L’ultima gara dell’anno sarà, invece, ad Abu Dhabi il 20 novembre.

Stefano Domenicali, Ceo della F1, ha dichiarato: Siamo entusiasti di annunciare le nuove date, ci prepariamo ad entrare in una nuova era di questo sport con nuovi regolamenti e nuove macchine che creeranno gare ancora più avvincenti. Questa stagione è stata fantastica sia in pista con grandi duelli che sugli spalti con sempre più tifosi in giro per il mondo. Siamo felici che siano tornati a godersi le gare in presenza. Ci saranno nuovi circuiti che si uniranno a quelli storici, ma la pandemia è ancora con noi quindi saremo vigili e interverremo per proteggere tutta la nostra comunità qualora ce ne fosse bisogno .

Queste, invece, le dichiarazioni di Jean Todt, Presidente della Fia: Questo calendario è davvero unico ed è frutto del grande lavoro fatto in sinergia da F1 e da Stefano Domenicali con la Fia. Abbiamo dimostrato negli ultimi due anni la nostra resilienza, e il nostro sport continua a crescere in tutto il mondo. Non vedo l’ora di vivere la stagione 2022.

Ecco il calendario completo dei GP di F1 del 2022:

Bahrain (Sakhir) – 20 marzo
Arabia Saudita (Jeddah) – 27 marzo
Australia (Melbourne) – 10 aprile
Emilia Romagna (Imola) – 24 aprile
Miami – 8 maggio
Spagna (Barcellona) – 22 maggio
Monaco – 29 maggio
Azerbaijan (Baku) – 12 giugno
Canada (Montreal) – 19 giugno
Regno Unito (Silverstone) – 3 luglio
Austria (Spielberg) – 10 luglio
Francia (Le Castellet) – 24 luglio
Ungheria (Budapest) – 31 luglio
Belgio (Spa) – 28 agosto
Olanda (Zandvoort) – 4 settembre
Italia (Monza) – 11 settembre
Russia (Sochi) – 25 settembre
Singapore – 2 ottobre
Giappone (Suzuka) – 9 ottobre
Usa (Austin) – 23 ottobre
Messico (Città del Messico) – 30 ottobre
Brasile (San Paolo) – 13 novembre
Abu Dhabi – 20 novembre