Globe Soccer, è trionfo italiano

Buone notizie per Eriksen: domani verrà dimesso, per lui un defibrillatore cardiaco con cui non può giocare in Italia. Ultimi aggiornamenti sulle condizioni di salute di Eriksen, il centrocampista danese ricoverato in ospedale dopo il malore all’esordio agli Europei. Il ragazzo verrà dimesso domani ma seguiranno degli esami tra qualche settimana. I medici sono intenzionati a impiantargli un defibrillatore cardiaco, che terrà sotto controllo il ritmo del suo cuore. Il problema si porrà poi al suo rientro in Italia, dove non è permesso giocare con tale dispositivo permanente. Non si sa ancora se il dispositivo sarà temporaneo o no, saranno gli esami del prossimo futuro a stabilirlo. Probabilmente c’è una miocardite alla base del problema avuto dal giocatore. Eriksen non è il primo giocatore ad avere un impianto simile, l’olandese Blind è il più famoso. Questa la nota diffusa dalla federazione danese: “Dopo diversi esami al cuore, è stato deciso che a Eriksen sarà messo un ICD (ovvero un defibrillatore sottocute). Lui ha accettato questa decisione”

Globe Soccer, trionfo per l’Italia: migliore squadra dell’anno, Mancini miglior tecnico.

I Globe Soccer sono stati un trionfo azzurro. Tanti i premi nella prestigiosa kermesse con sede a Dubai sono stati assegnati all’Italia. Prima di tutto, la Nazionale è stata premiata come squadra dell’anno grazie alla conquista dell’Europeo inglese a luglio.

A ritirare il premio il presidente federale Gabriele Gravina insieme a Gianluca Vialli, Leonardo Bonucci e Roberto Mancini. Questi ultimi due sono tornati sul palco per ritirare dei premi individuali.

Infatti, Bonucci è stato premiato difensore dell’anno, mentre il c.t è stato premiato come miglior allenatore della stagione. Ancora, Donnarumma è il miglior portiere dell’anno, secondo riconoscimento dopo quello nella cerimonia del pallone d’oro per il portiere del PSG.

Un premio anche per la Lega Serie A, come campionato più innovatore. Luigi De Siervo ha ritirato il trofeo per la Lega.

“Il segreto? Il mix eccezionale: la bravura dei giocatori, quella di Mancini, ma soprattutto la spinta di tutti gli italiani che hanno creduto in questo traguardo”, ha dichiarato Gravina dopo la consegna del premio.

“Sono molto felice di ricevere questo premio in questa splendida città. Posso solo dire che abbiamo sempre creduto in questo grande obiettivo” sono invece le parole di Mancini.

Federico Pastorello premiato come miglior agente è l’ultimo premio per gli italiani. Premiato anche Ronaldo come miglior giocatore di tutti i tempi: assente per gli impegni con lo United, il suo procuratore Mendes ha ritirato il premio. Mbappè premiato come miglior giocatore dell’anno.