Italia – Spagna 1 – 2: l’Italia esce sconfitta in 10

i convocati italiani da mancini

Italia – Spagna 1-2, gli azzurri in 10′ per quasi un’ora non riescono nella clamorosa rimonta. Terza sconfitta dell’era Mancini.

Il record dell’Italia si ferma a 37 partite senza sconfitta. La semifinale della Nations League si conclude 1-2 per la Spagna, con la scusante di aver giocato in 10 per quasi un’ora.

Mancini schiera Federico Bernardeschi falso nueve per sopperire alla mancanza in contemporanea di Ciro Immobile e Andrea Belotti. Luis Enrique, anche lui alle prese con alcune defezioni, schiera il 2004 Gavi.

La partita inizia subito nel segno dell’intensità, con entrambe le squadre che si rendono pericolose in fase offensiva. In particolare Oyarzabal crea più di un grattacapo alla difesa azzurra.

E’ dai suoi piedi, infatti, che arriva lo 0-1: l’esterno della Real Sociedad pesca in mezzo Ferran Torres, Bastoni è in ritardo e l’attaccante appoggia in rete.

Nel giro di 10 minuti, poi, Bonucci rimedia due gialli: il primo per proteste, il secondo per gioco pericoloso. In mezzo un palo di Bernardeschi, ma il risultato non cambia: Italia in 10.

In pieno recupero, ancora, Torres trova la doppietta ancora su assist di Oyarzabal.

Si va al riposo sullo 0-2. Nel secondo tempo entra Chiellini e le furie rosse impostano una partita di possesso palla, la loro specialità. Entrambe le squadre hanno l’occasione di segnare ma il risultato non cambia fino al minuto 83. Chiesa ruba palla a centrocampo, si invola da solo verso la porta avversaria e serve Pellegrini che appoggia a porta vuota. Da qui è un assedio azzurro ma gli uomini di Mancini non trovano la via del gol.

Ora l’Italia attende la perdente di Belgio – Francia di domani sera per scoprire con chi si giocheranno il terzo posto domenica alle 15:00.