Liga, scontro aperto con la Federcalcio: rinviate due partite per le nazionali

Buone notizie per Eriksen: domani verrà dimesso, per lui un defibrillatore cardiaco con cui non può giocare in Italia. Ultimi aggiornamenti sulle condizioni di salute di Eriksen, il centrocampista danese ricoverato in ospedale dopo il malore all’esordio agli Europei. Il ragazzo verrà dimesso domani ma seguiranno degli esami tra qualche settimana. I medici sono intenzionati a impiantargli un defibrillatore cardiaco, che terrà sotto controllo il ritmo del suo cuore. Il problema si porrà poi al suo rientro in Italia, dove non è permesso giocare con tale dispositivo permanente. Non si sa ancora se il dispositivo sarà temporaneo o no, saranno gli esami del prossimo futuro a stabilirlo. Probabilmente c’è una miocardite alla base del problema avuto dal giocatore. Eriksen non è il primo giocatore ad avere un impianto simile, l’olandese Blind è il più famoso. Questa la nota diffusa dalla federazione danese: “Dopo diversi esami al cuore, è stato deciso che a Eriksen sarà messo un ICD (ovvero un defibrillatore sottocute). Lui ha accettato questa decisione”

Liga, rinviate le partite delle due squadre di Madrid per il rientro tardivo dei sudamericani, scontro con la Federcalcio.

La Liga ha rinviato le partite Granada-Atletico Madrid e Real Madrid-Athletic Bilbao, previste per questo fine settimana, scatenando di nuovo la protesta con la Federcalcio spagnola.

La motivazione dietro questa decisione è il ritorno tardivo dei giocatori sudamericani, occupati con le proprie nazionali fino a questa notte e costretti a voli transoceanici prima delle rispettive partite.

Un mese fa furono fermate Villarreal-Alaves e Siviglia-Barcellona. Due sfide che ancora non hanno trovato una nuova collocazione, motivazione principale dietro le proteste della Federcalcio, oltre ad  un’esigua presenza di sudamericani a fronte di rose piuttosto lunghe.

La Federazione, che ha l’appoggio di Fifa e Uefa, ha impugnato la decisione della Liga ma il CSD, Consejo Superior de Deportes, ha preferito differire il verdetto dando di fatto ragione all’organizzatore del torneo.

Ad oggi non si sa ancora quando potranno essere giocate queste partite, con la possibilità che ce ne siano altre durante la prossima sosta, prevista per il prossimo 14 novembre.

Per recuperare le 4 partite si pensa al 15 dicembre quando c’è un turno di Coppa del Re e non tutte e 8 le squadre sono impegnate, o il 22 dicembre, date che comunque destano la  preoccupazione di tutti.