Serie A, 15° giornata: frena il Napoli, bene Inter e Milan

Genoa, fatta per la cessione domani l’annuncio della nuova proprietà
Genoa, fatta per la cessione domani l’annuncio della nuova proprietà

Serie A, 15° giornata. Gli azzurri costretti al pari dal Sassuolo, vittorie facili per Milan e Inter.

Serie A, 15° giornata. Il Napoli guida ancora la classifica, ma che fatica a Sassuolo. Grandi polemiche contro l’arbitro, che annulla un ai neroverdi nel finale.

Il Milan supera con facilità il Genoa, ma perde Kjaer, che si opererà domani. Tutto facile per l’Inter, mai in difficoltà contro lo Spezia.

La giornata si apre con la vittoria della Fiorentina in rimonta sulla Sampdoria, con uno scatenato Vlahovic, per 3 – 1. Vittoria a valanga dell’Atalanta, che si impone per 4 – 0 sul Venezia.

Bene la Juventus che supera per 2 – 0 la Salernitana in trasferta, tornano al gol Dybala, che sbaglia un rigore nel finale, e Morata. Punto importante per il Cagliari, che strappa il pareggio a reti bianche a Verona.

L’Inter arriva nel migliore dei modi al big match di domenica con la Roma grazie alla vittoria per 2 – 0 sullo Spezia. I giallorossi invece cadono a Bologna, 1 – 0, e perdono anche El Sharaawy per infortunio.

Pareggio sofferto per il Napoli di Spalletti, espulso e squalificato per due giornate. Sopra 2 – 0 perde per infortunio Koulibaly, Fabian Ruiz e Insigne e si fa rimontare due gol. Grandi polemiche in occasione del pareggio per il fallo che secondo gli azzurri era a proprio favore e non contro. Proteste anche neroverdi per l’annullamento del 3 – 2 nel finale per fallo di Berardi.

Il Milan grazie alla doppietta di Messias e al solito eterno Zlatan, salito al primo posto come marcatore più anziano a segnare 5 gol in campionato, supera il Genoa dell’ex Shevchenko.

Il Torino agguanta un punto in casa con l’Empoli: sul 2 – 0 a favore, Singo si fa espellere e la gara si mette in salita per i granata. Male la Lazio, inchiodata sul 4 – 4 dall’Udinese in casa. Sotto 1 – 3 alla fine del primo tempo, gli uomini di Sarri l’avevano ribaltata fino al 98’, quando Arslan ha siglato il gol del pareggio finale.