Serie A: Napoli-Bologna 3-1, Insigne supera Cavani

mertens il capitano del napoli

Serie A, 26° giornata. Napoli-Bologna finisce 3-1 grazie alla doppietta di Lorenzo Insigne, anche Osimhen torna al gol.

Torna a vincere il Napoli di Gennaro Gattuso. Nel posticipo delle 20.45 del 26° turno di Serie A al Maradona i padroni di casa si impongono su un battagliero Bologna.

gattuso allenatore del napoli

Gli ospiti hanno spesso il pallino del gioco ma la differenza la fa la vena realizzativa dimostrata in questa serata. Nota positiva il rientro in campo di Osimhen, dopo l’infortunio alla testa, con gol.

Serie A: il racconto della partita.

Il Napoli recupera Demme dopo i problemi muscolari e ritrova Koulibaly dopo il turno di squalifica. Mihajlovic schiera il suo Bologna speculare agli azzurri con un 4-2-3-1.

La partita si apre subito con il Napoli che fa grande pressione. Il Bologna è preso in contropiede e dopo appena 8’ Insigne trova il 12° gol stagionale superando Skorupski con un tiro a giro da fuori area.

Il gol sembra svegliare gli ospiti, complice anche un calo nel pressing del Napoli, e al 20’ Skov Olsen centra il palo. Poco dopo Skorupski neutralizza un destro di Insigne, negandogli la doppietta.

La mole di gioco dei rossoblu sale ma manca lucidità sotto porta. In finale di primo tempo Palacio, dopo un grande salvataggio di Ospina su un suo colpo di testa, trova la via del gol ma viene poi annullato per fuorigioco.

Nel secondo tempo entrambi gli allenatori cambiano qualcosa, facendo entrare Dominguez e Osimhen. Premiato l’allenatore Gattuso: è infatti il nigeriano, innescato da Zielinski, a trovare il gol del 2-0.

oshimeh esultanza dopo un gol

L’attaccante azzurro avrebbe anche il pallone del 3-0, ma allarga troppo il piatto e non centra nemmeno la porta. Al 73’ Soriano accorcia le distanze dopo uno svarione difensivo del Napoli.

Passano appena 3 minuti e Insigne ruba palla a Danilo e trova il gol del definitivo 3-1, gol n°79 in Serie A che gli permette di superare Edinson Cavani (78). L’ultimo quarto d’ora vede il Bologna super offensivo attaccare a testa bassa, non trovando la via del gol.